Toggle navigation

Il fanciullo di Cebete

Riflessioni sul lavoro e sulle organizzazioni nella società del 2000

C:\fakepath\Il-fanciullo-di-Cebete.jpg
  • PAGINE: 84
  • FORMATO: 12x19 cm
  • LINGUA: italiano
  • RILEGATURA: brossura
  • PRIMA EDIZIONE: 1999
  • ED. CORRENTE: 2000
  • ISBN: 88-85318-38-4
  • COLLANA: Finestre
7.20   Nuova Dimensione

Il fanciullo di Cebete è il personaggio di un dialogo socratico che, nonostante le teorie razionali di Socrate sulla morte, non riesce a rassicurarsi. Così anche nell'animo del consulente aziendale protagonista si agita il fanciullo di Cebete che non riesce a placare i suoi dubbi professionali, nemmeno con il supporto delle teorie organizzative più in voga. Lo scenario è quello del nord-est, fortemente concentrato sulla "vita del lavoro" tanto da fare del lavoro stesso il fulcro della propria identità. Tra manager rampanti, donne divise tra pubblico e privato, scioperi anacronistici, sindacati alla ricerca di un ruolo, giovani che stentano ad abbracciare la logica della flessibilità, si tratteggia un quadro che invita a interrogarsi in prima persona sulle questioni più cruciali del sistema in cui siamo inseriti. Il ruolo della formazione continua assume, in quest'ambito, una rilevanza strategica per "cavalcare" l'onda di continui e frenetici processi di evoluzione in atto.

Immagini interne

Il_fanciullo_di_Cebete_4.jpg

Il tuo carrello

Procedi all'acquisto

Prosegui con lo shopping